Il 67° Festival di Sanremo raccontato dai versi delle sue stesse canzoni, tutte e 22, nessuna esclusa.

Il Festival di Sanremo si è concluso e voglio soltanto dirti tutto quello che mi passa per la mente.
Che cosa resta della notte di rose e di spine?
Ogni anno viene detto che Sanremo è morto, vecchio, che non è più interessante, solo perché si pensa sia ovvio, come un accordo dissonante a cui non fai più caso. Ma se siamo ancora qui, vuol dire che un motivo c’è. Magari solo per cercare di arrivare ad amare le chiacchiere, di capire un po’ di gossip. Tutti tuttologi col web e in fondo ci piace credere di esserlo.

Così, sorridi e non ti importa niente, niente! Cosa c’è che comincia e tu devi andare a vedere? il 67° Festival della canzone italiana.
E dico senza vergognarmi, che questa volta me lo sono guardato e gustato tutto anche io.

Continue reading

These days where someone plays building walls as if it could stop people (probably History did not teach enough…), I want to break down my own wall and open myself to people with this blog. I’ll try to collect impressions, reflections and opinions about what grabs my attention, I’ll tell you about my interests and what doesn’t interest me at all, what I like, what makes me laugh and just the opposite… I know, you haven’t understood anything… and it’s only the beginning! AS

ITA

In questi giorni in cui qualcuno gioca a costruire muri come se questo potesse fermare le persone (probabilmente la storia non ha insegnato ancora abbastanza…), voglio abbattere il mio muro e aprirmi alla gente con questo blog. Cercherò di raccogliere impressioni, riflessioni e opinioni su quello che cattura la mia attenzione, vi parlerò dei miei interessi e di quello che non mi interessa affatto, di quello che mi piace, che mi fa ridere e tutto il contrario… Lo so, non ci avete capito niente… e siamo solo all’inizio! AS